Trasformazione dei gruppi elettrogeni in CHP

La tecnologia approda ad un nuovo livello

Negli ultimi anni si è assistito a un'impennata di richieste per la produzione autonoma di energia. Bowman collabora con i maggiori produttori di gruppi elettrogeni, sostenendoli nel potenziamento dell'efficacia dei loro prodotti CHP, attuando una conversione da generatori di energia in apparecchiature CHP (combined heat and power).

Mediante l'inserimento di uno scambiatore di calore nel flusso dei gas di scarico di un gruppo elettrogeno a motore, è possibile ottimizzarne le prestazioni in termini di efficienza energetica. Un gruppo elettrogeno convenzionale che produce 35 kWe di energia elettrica assorbe all'incirca 100 kW di energia da carburante. Di conseguenza, vengono persi fino a 65 kW di energia attraverso il calore residuo e le perdite meccaniche generate dal motore, ma recuperando il calore disperso dai sistemi di scarico e di raffreddamento e convertendolo in acqua calda è possibile generare altri 60 kW di energia.

Aggiungendo ulteriori scambiatori di calore, come serbatoi di accumulo per il sistema di raffreddamento del motore, refrigeratori olio, refrigeratori d'aria con carica e per carburante, un gruppo elettrogeno è in grado di realizzare un rendimento di oltre il 90%.

Dai 10 kW a 1 MW, offriamo una gamma completa di soluzioni di prodotti in grado di competere con le più recenti tecnologie di caldaie a condensazione in termini di rapporto produzione di energia/carburante utilizzato.

CHP